Gran Premio d’Australia: analisi pre-gara

Le prime prove libere hanno detto poco di nuovo rispetto ai test del Bahrain. La Mercedes non ha deluso le aspettative, sul giro secco come sul ritmo gara. Rosberg ed Hamilton hanno piazzato il loro giro veloce appena vestite le mescole SOFT e continuato a martellare giri sul piede del 1:33.8. Irraggiungibile.

“Sorprese”

Nel nutrito gruppo che le segue abbiamo assistito al “ritorno” della Red Bull, e ad una apparente assenza della Williams: pare abbia deluso il mondo intero, ed anche in diretta Sky si parlava di mancate promesse.. Magari domenica molte idee potrebbero cambiare.

Chiaro, la pista era “green” e molte squadre non avranno forzato le delicate “power-u…” motori. E’ difficile quindi fare stime, ma a quanto vedo, Valtteri Bottas ha simulato un 1:34.8 per un primo stint che lo porrebbe tra i contendenti al podio, e Massa ha tirato uno stint lunghissimo (19 giri buoni) sul ritmo del 1:35.7 sì, ma girando con gomme medie, 1 secondo (forse di più) più lente delle Soft. Io non credo che in Williams siano delusi.

Faranno compagnia a Red Bull (1:34.4 con Vettel, 1:34.9 con Ricciardo) e alla coppia di Campioni del Mondo Alonso (1:34.8) e Jenson Button (1:35.0), lasciati soli dai propri compagni, in difficoltà con le rispettive vetture.

E sorprese

Nella coda di questo gruppone le Force India di Hulkenberg e Perez girano facile sul 1:35.2, non sembrano aver forzato, e pare abbiano conservato la loro migliore caratteristica, cioè quella di trattare bene le gomme: lo stint di Hulkenberg è stato bello corposo, col miglior tempo siglato proprio alla fine, al 17mo giro. Magari avrebbe fatto anche meglio, se non avesse deciso di accompagnare gentilmente la sua vettura in via di fuga..

Conferme

In difficoltà le imbarazzanti Lotus e le Caterham, maglie nere nel conteggio dei Km percorsi (buon per la “banda betpusher”), mentre sembrano in netta difficoltà prestazionale le Sauber di Gutierrez e Sutil, scese in pista a rate e mai per più di 8 (lenti) giri.

Brake by wire problems per le Toro Rosso.
E pare che la Red Bull si sia ispirata al loro sistema perchè ritenuto migliore…

Can’t wait.

Potrebbe interessarti anche...