Miami ePrix: “welcome to Miami”!

Finalmente in pista! A due mesi di distanza dal rocambolesco ePrix di Buenos Aires la Formula E tornerà a ronzare per il Miami ePrix.

Da Costa Buenos Aires

La vittoria di Felix da Costa, pilota della filiera Red Bull, è scaturita dopo innumerevoli colpi di scena nella parte finale del round argentino che hanno reso ancora una volta emozionante l’appuntamento con la serie totalmente elettrica.
Se, infatti, il poleman Buemi sulla performante e Dams ha gettato al vento una vittoria più che meritata a causa di un contatto lieve ma fatale con un muretto, anche il leader del campionato, Lucas Di Grassi, ha dovuto dire addio alle speranze di vittoria a seguito di un cedimento meccanico della sospensione della sua Audi Sport ABT.

Proprio la fragilità dei braccetti delle sospensioni è stata oggetto di interventi durante la lunga pausa al fine di migliorare la sicurezza in pista dei piloti.

La vittoria di Da Costa, il secondo posto di Prost ed il terzo di un sorprendente Piquet, hanno riaperto la lotta al titolo di primo campione della Formula E, che vede in testa il brasiliano Di Grassi, seguito dal coriaceo Sam Bird e dal sempre performante Buemi.

standings

Numerose le novità che ci attendono per il prossimo Miami ePrix…

Salterà l’appuntamento americano Oriol Servia, rimpiazzato da una vecchia conoscenza del mondo della Formula 1, Scott Speed.
L’arrivo del driver americano accresce la filiera di piloti Red Bull nella Formula E. Speed va infatti ad aggiungersi a Buemi, Algersuari, Vergne e Da Costa.
Proprio Jev è atteso al riscatto nel cittadino di Miami. A Punta del Este e Buenos Aires il francese ha dimostrato di trovarsi a suo agio con le monoposto elettriche, ma i risultati stentano ad arrivare: un ritiro nella gara d’esordio ed un sesto posto nell’ultimo appuntamento argentino costituiscono un magro bottino per l’ex driver Toro Rosso.
Altra novità che vedremo in pista nel Miami ePrix sarà l’esordio nella serie di Loic Duval. L’alfiere Audi in LMP1 andrà infatti a sostituire Marco Andretti nell’omonimo team e farà coppia proprio con Jean Eric Vergne per formare un duo estremamente competitivo e di qualità.
Chi ha capito che la Formula E non è una categoria da prendere sottogamba è Nick Heidfeld.
Nick the quick non ha ancora raccolto un successo nei primi quattro appuntamenti della stagione, ma non intende demordere ed ha dichiarato che dalla prossima stagione la sua priorità sarà proprio la Formula e, con buona pace dei suoi fan in endurance.

Un altro argomento di discussione sorto nelle ultime ore che precedono il Miami ePrix, ha riguardato il tempo limite di sosta ai box.

buenos aires eprix

L’elemento ancora migliorabile nella neonata categoria, che impone ai piloti il cambio di vettura per impossibilità di sostituire il pesante blocco batterie e lo stop ai box per un tempo minimo di un minuto e undici secondi, ha visto fioccare numerose penalità nell’ultimo appuntamento argentino.
Il caos creato dall’ingresso della safety car ha indotto all’errore numerosi piloti e team, tanto che Nelsinho Piquet si è ritrovato terzo al traguardo pensando di essere stato doppiato!
Lungimirante è stato il Trulli pensiero a riguardo “Ci sono poche cose che dovremmo modificare in questa categoria per migliorarla, il tempo dei pit stop è una di queste. Dobbiamo comunque ricordarci che la Formula E è al primo anno e stiamo ancora scoprendo cosa funziona e cosa meno. Non ci sono state mai nella storia gare simili. L’ePrix di Buenos Aires ha dimostrato che si deve lavorare sul tempo minimo di sosta ai box per la prossima stagione”.
Dall’alto della sua lunga esperienza in monoposto, Jarno ha sicuramente detto parole sagge condivise da molti suoi colleghi.

Ultimo appunto per essere pronti al prossimo Miami ePrix riguarda la partnership firmata da Alejandro Agag col gruppo Liberty Media e Discovery Communications INC.
L’accordo ha, per gli spettatori, una valenza simbolica importantissima. I due enormi colossi media, infatti, credono fermamente nel progetto elettrico ed hanno intravisto, complice la spettacolarità delle prime gare, un investimento che verrà ripagato nell’immediato futuro, grazie anche al notevole interesse che la serie sta riscuotendo tra appassionati e scettici della prima ora.

miami eprix circuit map

Allacciate le cinture per il Miami ePrix di sabato, preparate a gustarvi gli splendidi scenari di Miami e le lotte in pista.
Non dimenticate di votare il Fan Boost! E se l’articolo vi è piaciuto regalate un po’ di fanboost anche al blog! Il pulsante g+ non aspetta altro che essere cliccato ;) Grazie!

Di seguito la timetable con gli orari locali (+5 per l’Italia)

miami eprix orari formula e timetable

 

Updates

Un paio di aggiornamenti dalla rete per questo Miami ePrix: Charles Pic, “vecchia” conoscenza della Formula 1 prenderà il posto di Ho Pin Tung nel team China Racing. In una prima apparizione in Formula E il buon Charles aveva difeso i colori del team Andretti Autosport.

Avvicendamento anche nel team Trulli dove Vitantonio Liuzzi prenderà il posto di Michela Cerruti. La milanese aveva disputato i primi quattro appuntamenti della nuova Formula

Sono estremamente dispiaciuta di lasciare la Formula E, ma credo che purtroppo non ci siano più le condizioni fondamentali per il raggiungimento di risultati soddisfacenti. Ringrazio il Team Trulli per avermi coinvolto in un campionato d’eccellenza come questo e faccio loro un in bocca al lupo per il resto della stagione

In bocca al lupo anche a te Michela!

Potrebbe interessarti anche...