Quarantena GP: anteprima Azerbaigianni Grand Prix

Il prossimo weekend torna l’evento esport più pazzo del Twitter e per entrare già nel clima di amichevole tensione abbiamo preparato questa piccola anteprima per far salire l’hype agli affezionati, farci conoscere dai nuovi arrivati e per darci un tono di serietà che per qualcuno potrebbe anche sembrare autentico.

Per chi avesse intenzione di approfondire la breve storia del Quarantena GP a questo link troverete la nascita, i miracoli e la fedina penale del Quarantena GP.

QuarantenaGP Azerbaigianni Grand Prix

Date e orari

  • Apertura iscrizioni: Lunedì 13 aprile ore 21:00
  • Chiusura iscrizioni: Giovedì 16 aprile ore 21:00
  • Sessione di Prequalifica: Venerdì 17 aprile ore 21:00
  • Finale D: Sabato 18 aprile ore 18:00
  • Finale C: Sabato 18 aprile ore 19:00
  • Finale B: Domenica 19 aprile ore 15:00
  • Finale A: Domenica 19 aprile ore 16:00

Regolamento completo e iscrizioni

Contro ogni previsione anche per questo weekend ci sarà un regolamento da seguire, anzi più che da seguire sarà da conoscere perché è a prova d’idiota, l’unica cosa che potete sbagliare è il fuso orario degli orari. Non vi indico a che GMT sono riferiti gli orari perché col cambio dell’ora ci capisco ancora meno, diciamo che se siete in Italia gli orari sono riferiti all’ora che leggete nel vostro telefonino, o sul televideo ecco.

Anche l’iscrizione è a prova d’idiota, ma non a prova di analfabeta, quindi vedete di scrivere bene il vostro nome e nel dubbio fatevi aiutare da un adulto. Se l’adulto siete voi fatevi aiutare da un bambino. Se amate il rischio potete anche provare a scrivere da soli il vostro nome.

Con un abile stratagemma abbiamo fatto in modo che possiate iscrivervi solo dopo aver letto il regolamento, quindi non avete scuse.

A questo link troverete il regolamento completo.

Novità

Questo weekend poche novità, se non l’introduzione della Finale D, in modo da dividere i piloti per bravura in modo ancora più preciso ed efficace, per offrire gare combattute e spettacolari.

Cazziatone preventivo carpiato

A grande richiesta torna il cazziatone degli organizzatori pre-GP. Questo weekend si corre a Baku, cittadino veloce e stretto, spero sappiate già come comportarvi. Ad ogni metro sbagliato nel punto di frenata corrisponde una ruota in meno nella macchina vostra o di quello che vi sta davanti. Quindi cercate di non sbagliare le frenate, o l’ingresso ai box, o le curve in generale. Ma se proprio ci tenete a fare errori vedete di coinvolgere solo voi stessi, perché la gente è stufa di rimanere chiusa in casa e non gli sembrerebbe neanche vero di violare la quarantena solo per menarvi, siete stati avvisati.

Vi conviene comportarvi in modo rispettoso anche perché da questo weekend gli organizzatori hanno il potere, da regolamento, di espellere chiunque si comporti in modo antisportivo o rappresenti con la sua condotta un pericolo anche solo potenziale per gli altri giocatori.

Guida al circuito

Baku non è da interpretare, per andare forte a Baku devi cancellare ogni tua sapienza passata sulla F1 e sulle auto e farti guidare dal nulla.

Queste le parole storiche di Winkely Boutsen mentre descrive i segreti del tracciato azero. Ora grazie al nostro driver coach di fiducia Pierpaolo Verristappen possiamo invece offrirvi una guida dettagliata al Baku City Circuit.

Il primo settore è un rettangolo, quattro curve a 90 ma se sbagli anche di un pelo il punto di frenata a 90 ci finisci tu. Poi arriva la parte tricky del circuito nella città vecchia, la strettoia devi prenderla al millimetro altrimenti ti trovano nel castello. Ma per me è ancora più difficile la curva dopo in salita dove è facile perdere il retrotreno ed è fondamentale fare bene, perché poi ti permette di uscire bene dalla 12. Poi fai una gran tirata, sfiori i muri e stai attento a non chiavarteli finché non c’è una curva in discesa che se prendi il cordolo rischi di girarti e saltare, per parcheggiare come Capelli a Montecarlo. Terzo settore solo rettilineo, ottimo per grattarti e bere se hai acqua a portata di mano.

Seguite questi preziosissimi consigli e forse riuscirete a fare la gara con meno di 5 pit stop.

Link utili

I profili Twitter degli organizzatori Nabil Zouhir e Mauro Serafin

Il regolamento per l’Azerbaigianni Grand Prix 

Il canale YouTube di Formula Nation TV dove seguire le gare

Potrebbe interessarti anche...